domenica 10 dicembre 2017

Polpettone agli spinaci con patatine novelle



polpettone agli spinaci


Brrrrrr! Fa freddissimo! Non mi lamento però, il periodo è quello giusto, se non fa freddo ora...quando? Certo se il cielo smettesse di buttar giù acqua a secchiate, soprattutto nel fine settimana quando ci sono i mercatini e siamo entrambi a casa con mio marito, sarebbe preferibile ma non si può avere tutto...

Ultimamente mi sono resa conto che le nostre cene scarseggiano in verdure e avevo nel freezer un'intera confezione di spinaci. Bene, dovete sapere che le verdure mi piacciono ma odio pulirle (credo di essere in buona compagnia...vero?) quindi spesso, più per indolenza che per altro compro verdure surgelate o evito proprio di cucinarle -_-  Gli spinaci sono molto versatili e salva cena, ma nei periodi di dieta ne ho mangiati talmente tanti che ormai al naturale per contorno non riesco più a buttarli giù e allora, un po' come si fa con i bambini, mi sono inventata questa ricetta per autoconvincermi a mangiarli. Il risultato è davvero buono e saziante. Se volete allegerirlo un po' basta eliminare il ripieno e diminuire il pane nell'impasto (ho preparato anche la versione solo spinaci, carne, sale e spezie quando seguivo la dieta FMD ed era buona anche così).

Per preparare il polpettone agli spinaci avrete bisogno di:


Ingredienti per 4 persone:


500 gr di spinaci surgelati
300 gr di carne tritata (io di manzo)
5 fette di pane in cassetta
4 cucchiai di formaggio grattugiato
sale, pepe e 1/2 spicchio d'aglio tritato + 1/2 spicchio per la cottura
1 uovo per l'impasto
2 uova sode e qualche fettina di formaggio a pasta filata  per il ripieno
3 cucchiai di olio EVO

Per le patate:

600 gr di patatine novelle
20 gr di burro
sale, pepe e rosmarino

Preparazione

Polpettone: 

1. Lessate gli spinaci in poca acqua leggermente salata.
2. Bollite le 2 uova per circa 10 minuti, dopodichè poneteli in acqua fredda  per qualche minuto, trascorsi i quali potrete sgusciarli.
3. Quando gli spinaci saranno freddi, strizzateli per bene e poneteli in una ciotola capiente.
4. Aggiungete agli spinaci, la carne tritata, il formaggio, le fette di pane tritate grossolanamente a coltello, l'uovo crudo, l'aglio tritato, il sale e il pepe. Impastate bene il tutto.
5. Su un foglio di carta forno stendete l'impasto in forma quadrata. Al centro ponete le uova a fettine e il formaggio a pasta filate. Aiutandovi con la carta forno create un rotolo e sigillate bene i bordi.
6. In una padella antiaderente scaldate l'olio con l'aglio intero e rosolate il polpettone da tutti i lati, per girarlo aiutatevi con due mestoli. Aggiungete acqua fino a metà altezza del rotolo, coprite con un coperchio e fate cuocere 10 minuti a fuoco medio, poi giratelo e continuate la cottura fino all'evaporazione di tutta l'acqua. Lasciatelo raffreddare un po' e poi servitelo a fette oppure tagliatelo direttamente in tavola.

Patate:

1. Lavate le patate e lessatele in acqua per 15 minuti, fate la prova cottura infilzandole con una forchetta.
2. Sbucciatele e saltatele in una padella antiaderente con il burro e il rosmarino. Salate e pepate.


n.b. Pensavo di aver scattato delle foto del procedimento di arrotolatura del polpettone ma non me le ritrovo, integrerò il post al prossimo polpettone!


 


 

domenica 3 dicembre 2017

Patate alla mediterranea



patate alla mediterranea olive capperi pomodorini



Clima freddo? Oltre a coprirsi bene, per affrontare con più allegria questo periodo dell'anno concediamoci anche qualche coccola culinaria preparando delle pietanze calde e ''confortevoli''.

Le patate alla mediterranea sono un ottimo contorno o, volendo, un piatto unico in quanto è abbastanza corposo. E' adatto anche a ospiti vegetariani ed è molto saziante.
Questo piatto mi ricorda molto la mia regione, la Calabria, ormai vivo lontano da un po' di tempo ma è una di quelle pietanze il cui sapore mi catapulta come d'incanto nella cucina di mia madre, mentre le patate cuociono e il profumo invade la mia di cucina mi sembra di vedere lei ai fornelli, con il camino scoppiettante alle spalle.

Per preparare le patate alla mediterranea avrete bisogno di:

Ingredienti per 4 persone:


6 patate medie
4 cucchiai di capperi in salamoia
100 grammi di olive nere denocciolate
12 pomodori ciliegino
1 spicchio d'aglio
origano
sale
5 cucchiai d'olio EVO
200 ml di acqua

Preparazione:


1. Lavate le patate e privatele della loro buccia. Tagliatele a fette spesse qualche mm (non eccessivamente sottili) e mettetele a bagno in acqua fredda.

2. Sciacquate i capperi sotto l'acqua e strizzateli leggermente. Prendete le olive nere e tagliatele a rondelle.

3. Ponete lo spicchio d'aglio schiacciato in una padella capiente e antiaderente, aggiungete l'olio Evo e accendete la fiamma. Nel frattempo che l'aglio prende colore e insaporisce l'olio, scolate e asciugate le fette di patate. Appena l'aglio diventerà dorato, levatelo e aggiungete le patate. Lasciate cuocere qualche minuto senza girarle, trascorso questo tempo rivoltatele.

4. Aggiungete i pomodorini ciliegino, i capperi e le olive. Salate e aggiungete l'origano. Lasciate cuocere qualche minuto dopodichè aggiungete l'acqua e coprite con un coperchio.

5. Quando l'acqua sarà evaporata, testate la cottura delle patate, se necessario aggiustate di sale e servite con un'altra spolverata di origano.


n.b. Nella foto non vedete i pomodori ciliegino perché li avevo finiti e ho usato due pomodori pelati ma nella ricetta rendono molto di più i ciliegino.

martedì 28 novembre 2017

Torta al cioccolato con pere e amaretti


torta al cioccolato con pere e amaretti



Seppur l'inverno non sia ancora ''ufficialmente'' arrivato, le temperature degli ultimi giorni ci invitano a dedicarci alla preparazione di qualcosa di sfizioso, caldo e soprattutto goloso!

Il binomio pere e cioccolato è da tempo noto e collaudato ma l'aggiunta degli amaretti rende questa torta strepitosa, in grado di sorprendere anche i palati più esigenti.

Per preparare la torta al cioccolato con pere e amaretti avrete bisogno di:

Ingredienti:

4 uova
250 gr di farina
3 pere
10 amaretti
1 bustina di lievito
100 gr di zucchero oppure 50 gocce di diete.tic
80 ml di olio di semi
1 vasetto di yogurt bianco
4 cucchiai di cacao amaro
1 bustina di vanillina oppure 1/2 fiala di aroma vaniglia
qualche goccia di aroma al rum e di aroma all'arancia
burro e farina q.b.per lo stampo

Preparazione:


1. Preriscaldate il forno a 170°. Imburrate e infarinate una teglia.

2. Sbattete le uova con lo zucchero o il diete.tic in una ciotola capiente, aggiungete l'olio e lo yogurt, gli aromi e in infine la farina con il cacao.

3. Con l'ausilio di un frullatore polverizzate gli amaretti. Lavate e sbucciate le pere. Una delle pere tagliatela a spicchi che serviranno per la decorazione della torta, le altre due pere tagliatele a tocchetti che utilizzerete nell'impasto.

torta al cioccolato con pere e amaretti


4. Prendete le pere tagliate a tocchetti e ''impanatele'' negli amaretti sbriciolati. Ricordatevi di tenere da parte un cucchiaio degli amaretti polverizzati che ci servirà prima di infornare la torta. Setacciate il lievito nell'impasto, mescolate bene, e aggiungete le pere ''impanate''.

5. Riempite lo stampo con l'impasto ottenuto e decorate la superficie con le pere a spicchi. Spolverizzate con gli amaretti sbriciolati che avete tenuto da parte e infornate per almeno 40 minuti. Fate sempre la prova stecchino per verificare la cottura della torta.


N.b. Gli amaretti donano un gusto più corposo alle pere e ne assorbono in parte l'umidità che rilasceranno in cottura, rendendo così il dolce della giusta consistenza e permettendo una cottura ottimale.


torta al cioccolato con pere e amaretti

sabato 11 novembre 2017

Risotto allo zafferano, con gamberetti e zeste di limone


risotto allo zafferano gamberetti e zeste di limone


Cari amici, oggi una ricettina degna dei migliori ristornti stellati ma facile da preparare e anche veloce. Chi mi segue da un po' sa che non amo seguire le tecniche tradizionali di cottura dei cibi ma adatto il tutto al mio modo di essere... e vai dunque di praticità, strade alternative, raggiungimento del risultato con poca spesa e massima resa!

Andiamo a noi...

Per preparare il Risotto allo zafferano, con gamberetti e zeste di limone avrete bisogno:

Ingredienti per 4 persone:


400 gr di riso ribe parboiled ( se avete ospiti non fate i tirchi...gli 80 grammi a testa li mangerete quando siete da soli!)
32 gamberetti
cipolla bianca/dorata
1 limone non trattato
sale, pepe
zafferano (per una persona basta un pizzico, 1 intera per più persone)
1 dado da brodo o una dose di granulare, bio, senza glutammato
1 tocchetto di burro
acqua calda
2 cucchiaio d'olio EVO
un pizzico di prezzemolo tritato se vi piace

Preparazione:

1. Tritate la cipolla soffriggetela nei due cucchiai d'olio. Nel frattempo scaldate dell'acqua in una pentola, oppure, se lo avete, in un bollitore per il te così si scalderà in un attimo (consiglio il bollitore ikea...10 euro davvero ben spesi).
2. Aggiungere i gamberetti, farli rosolare e poi aggiungere il riso mescolare velocemente e coprire con l'acqua precedentemente scaldata, appena quanto copra il riso, man mano che il riso la assorbe aggiungerete l'altra.
3. Sciogliere in un po' di acqua bollente il dado e lo zafferano e aggiungerlo al riso. Continuare ad aggiungere acqua calda fino a cottura.
4. 5 minuti prima del termine della cottura, assaggiate, e regolate di sale. Aggiungete il pepe nero e a fiamma spenta mantecate con il burro.
5. Aggiungete le zeste di limone e servite, usatene un po' anche per la decorazione del piatto.



sabato 4 novembre 2017

Panna cotta ai frutti di bosco


panna cotta ai frutti di bosco missartemisia


Ingredienti per 4 persone:

500 ml di panna fresca non zuccherata (se avete quella zuccherata tenetene conto con le dosi dello zucchero)
1 cucchiaino raso di agar agar
20 gocce di diete.tic (oppure 60 gr di zucchero)
5 gocce di aroma vaniglia

100 gr di frutti di bosco surgelati
15 gocce di diete.tic (45 gr di zucchero)
un cucchiaio di succo di limone e due di acqua
un tocchetto di burro

Preparazione:

1. Sciogliere l'agar agar con un po' di panna, aggiungere la restante panna e portare a bollore. Lasciar cuocere per 5 minuti, a fuoco basso e mescolando. (n.b. L'agar agar per assolvere la sua funzione deve cuocere, non funziona come con la gelatina animale o altrimenti detta colla di pesce). Spegnere il fuoco e aggiungere il diete.tic e l'aroma alla vaniglia. Versare negli stampini. Ps. Tranquilli la porzione della foto non era intera...ho ricavato più porzioni delle 4 indicate con le dosi!

2. Per la salsa ai frutti di bosco, sciogliere il burro e saltarvi i frutti di bosco ancora surgelati. Sfumare con il succo di limone  e aggiungere i due cucchiai d'acqua, quando saranno evaporati, spegnere e aggiungere il diete.tic. 

3. Lasciar riposare la panna in frigo per almeno 3/4 ore. La salsa può essere frullata e resa omogenea oppure potete lasciarla, così come ho fatto io, con i pezzi di frutta interi. Inoltre, può essere usata a caldo, e in questo caso basta scaldarla un po' al momento di servirla, oppure a freddo decorando la panna negli stampini e lasciandola raffreddare in frigo.

domenica 1 ottobre 2017

Polpette di cioccolato - Ricetta di riciclo ma d'effetto



baci al cioccolato




Carissimi amici,

dopo la pausa estiva ''Oggi cosa cucino?'' riprende con una ricetta coccolosa, capace però di salvarci in situazioni d'emergenza, ospiti improvvisi, voglia di dolce vs pasticcerie chiuse o temporali in corso...
Voglio condividere con voi una rivisitazione dei tartufini al cioccolato, con ingredienti che ogni buona pasticcera  dilettante ha certamente nella propria dispensa, tempo di preparazione mezzora scarsa, se avete tempo e voglia di aspettare si consiglia il riposo in frigo di qualche ora o una buona mezzoretta in freezer.

Ingredienti:

1/4 di ciambellone avanzato oppure 150 gr di biscotti secchi
2 cucchiai di cacao
latte q.b.
100 gr di cioccolato, fondente al latte, come preferite e qualche cucchiaio di latte
una spolverata di cocco o di granella di nocciole oppure cioccolato grattugiato
1/2 fialetta di aroma al rum
qualche goccia di aroma alla vaniglia
un paio di quadretti di cioccolato tritati al coltello

Niente zucchero per me, se preferite potete aggiungere qualche cucchiaio di zucchero a velo, ma vi consiglio di assaggiare l'impasto prima...

Preparazione:

1. Sbriciolare il ciambellone o polverizzare i biscotti in un frullatore (non avete il frullatore? Infilate i biscotti in un sacchetto per congelare i cibi, e ponetelo in uno strofinaccio e giù botte!).
2. Aggiungere il cacao e il latte, in cui avrete mescolato il rum e la vaniglia,  e infine il cioccolato a pezzettini, impastare il tutto.
3. Formale le polpette e porle in frizeer per il tempo in cui sciogliere il cioccolato a bagno maria
4. Sciogliere il cioccolato  a bagnomaria con i cucchiai di latte.
5. Tuffare le polpette nel cioccolato fuso e porli a sgocciolare su una gratella, spolverarli leggermente con un po' di cocco rapè o granella di nocciole oppure cioccolato grattugiato.

Porli in frigo per un paio d'ore oppure una mezzoretta in freezer, dopodiché sistemarli nei pirottini o come ho fatto io, in foglietti fai da te ricavati dalla carta forno.


baci al cioccolato polpette di cioccolato

lunedì 8 maggio 2017

Ciocco-riso










Ingredienti:

150 gr di cioccolato (io fondente ma è ottimo anche con quello al latte)
20 gr di burro
2 cucchiai di latte, di mucca o vegetale, come meglio vi aggrada
50 gr di riso soffiato

Preparazione:

1. Porre il cioccolato in un pentolino insieme al burro e al latte, porre il pentolino in uno più grande che avrete riempito per un terzo di acqua. Porlo sul fuoco e lasciar sciogliere il cioccolato, mescolare bene.






2. Porre un foglio di carta forno su un tagliere (il mio era 20x30), spennellarlo di cioccolato fuso per tutta la sua ampiezza, in uno strato sottile.

3. Aggiungere il riso soffiato al cioccolato, che nel frattempo si sarà intiepidito, e mescolare. Stendere il composto nello spessore di un cm/ un centimetro e mezzo sul tagliere spennellato di cioccolato. Lasciarlo raffreddare e indurire in frigorifero per un'ora. Tagliarlo a tocchetti.





nb. Mentre lo tagliate un po' di riso si sfalderà, niente di più buono da mangiare con il latte a colazione!